Strumenti personali
Tu sei qui: Home Progetti Università di Roma La Sapienza - Facoltà di Scienze della Comunicazione

Università di Roma La Sapienza - Facoltà di Scienze della Comunicazione

Il diritto d'autore e la sua evoluzione.

 Percezione del copyright nell'immaginario degli studenti della Sapienza

 

DOCUMENTAZIONE

 

Negli ultimi anni la tematica della proprietà intellettuale (o diritto d’autore) ha smesso di essere un argomento esclusivo per avvocati ed è diventato un tema di importanza cruciale per musicisti, designer, scrittori, consumatori e chiunque sia coinvolto a vario titolo nella produzione e fruizione di cultura. Se opere di nostra proprietà possono venir riprodotte a nostra insaputa, perfino senza smettere di rimanere in nostro possesso, come possiamo proteggerle? E come faremo ad essere ricompensati per il lavoro fatto? E se non saremo pagati, come potremo continuare a produrre e distribuire tali opere?

 

Un vero e proprio dilemma digitale che vuole essere superato individuando un inedito equilibrio tra tutela del diritto d’autore e l’accesso pubblico alla conoscenza socialmente prodotta. Nella nostra società, d’altronde, è in atto un frenetico intreccio di tecnologia e immaginazione che produce forme nuove d'informazione e produzione culturale generate anche grazie alle piattaforme digitali.

 

 Non sono in pochi, poi,  a ritenere che sia proprio l'attuale corpo legislativo ad impedire il processo di rinnovamento sociale, tecnologico ed educativo. Secondo alcuni, dunque, il dibattito non deve riguardare la necessità di leggi a tutela della proprietà intellettuale, ma se i tradizionali meccanismi sul copyright possano essere allargati fino ad includere i network computerizzati, o se invece ci sia bisogno di inventare nuovi strumenti per la proprietà intellettuale più adatti alla regolazione delle comunicazioni telematiche.

 

Sulla base di quanto detto l’obiettivo principale dell’indagine consiste nel formare e sensibilizzare i giovani riaffermando quei principi che regolano la proprietà intellettuale e, al tempo stesso, attraverso la ricerca, giungere a forme di tutela aperte nella gestione del diritto d’autore. Gli ostacoli all’accesso rappresentano un limite alla crescita culturale collettiva, alla ricerca e ai ricercatori, andando a ledere il percorso “formativo” dei giovani. Al contrario, se dal confronto con i giovani fruitori emergono e vengono messe in luce nuove forme e formule della cultura del diritto d’autore ciò può costituire un salto in avanti nell’accesso al capitale umano e culturale definito come istruzione, conoscenze, competenze scientifiche e tecnologiche.  

 
 

Il progetto di ricerca prevede un’articolazione in tre fasi.

 

La prima fase, attraverso l’uso di un questionario,  intende  individuare lo stato dell’arte del dibattito sul diritto d’autore in Italia e, nello specifico, in ambito universitario.

 

Nella seconda fase, prendendo come universo di riferimento la Sapienza Università di Roma, si vuole indagare la percezione, valutazione e conoscenza che gli studenti[1] hanno del diritto d’autore e le sue molteplici applicazioni. Per far questo si utilizzeranno due metodologie qualitative: il focus group e l’intervista in profondità. Il primo può essere definito come una tecnica di rilevazione per la ricerca sociale, basata sulla discussione tra un piccolo gruppo di persone, alla presenza di uno o più moderatori, focalizzata su un argomento che si vuole indagare in profondità. Tale tecnica ha l’obiettivo di comprendere, attraverso l’osservazione e la registrazione, i processi di negoziazione collettiva di senso sottostanti gli scambi di opinioni che avvengono all’interno del gruppo. Nel progetto di ricerca si ritiene interessante l’utilizzo di tale strumento, perché in grado di studiare atteggiamenti e percezioni, senza la necessità di dover produrre generalizzazioni.

 

Al tempo stesso, la tecnica dell’intervista in profondità da rivolgere a docenti e professionisti permette di indagare e riconoscere le differenti posizioni in materia di diritto d’autore. Essa può facilitare l'emergere di item spontanei e impliciti e come tale appare particolarmente adatta per indagini come questa su tematiche così delicate.

 

La terza fase prevede l’elaborazione dei risultati e la loro presentazione ufficiale attraverso uno o più interventi al convegno finale che sarà organizzato dalla John Cabot University. La pubblicazione dei risultati della ricerca avverrà in formato open access, in particolare presso il portale sviluppato dal CAB dell’Università di Padova.

 

L’attività di ricerca si coordina con il progetto presentato da UNA Cultura, dal titolo “Sensibilizzare alla proprietà intellettuale. Diffusione e sperimentazione di nuovi formati per comunicare il diritto d’autore”. (abstract a cura dell'Università di Roma "La Sapienza")


I referenti dei progetti

Mario Morcellini
e-mail: mario.morcellini@uniroma1.it
Giovanni Pratichizzo
e-mail: giovanni.pratichizzo@uniroma1.it
Azioni sul documento
Tag Cloud
Video
RSS FEED..SEGUICI

RSS FEED