Strumenti personali
Tu sei qui: Home Risorse E-book

E-Book

Una breve raccolta di e-book liberamente scaricabili in rete sulle tematiche del diritto d'autore.

 

Il diritto d'autore in ambito universitario. Giorgio Spedicato [PDF] 
Questo testo è stato elaborato nell’ambito di un progetto dal titolo Dalle biblioteche e gli archivi alla divulgazione in ambito universitario: il diritto d’autore nello studio, nella ricerca e nella didattica congiuntamente condotto dal Centro E-learning Ateneo di Bologna (CELAB) dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e dalla Fondazione Istituto Gramsci Emilia-Romagna.Questo testo, in coerenza con le finalità generali del progetto di cui costituisce un importante risultato, si prefigge come obiettivo di divulgare tra i protagonisti del mondo accademico, ai più diversi livelli, i principi e le norme fondamentali in materia di diritto d’autore, in modo che questi possano avere a disposizione uno strumento di agevole lettura che consenta loro, superando le complessità tipiche dei testi giuridici specialistici, di trovare risposte (e prima ancora di porsi le opportune domande) in relazione ai dubbi che quotidianamente si affacciano in chi – soprattutto non essendo un giurista – crei, utilizzi o diffonda opere dell’ingegno per finalità di studio, di didattica o di ricerca. Il testo si rivolge dunque, in particolare, al personale docente e ricercatore che opera nell’Università (inclusi, tra gli altri, assegnisti e dottorandi di ricerca), al personale non docente la cui attività, per sua stessa natura, finisce con l’intersecare normalmente le tematiche
relative al diritto d’autore (bibliotecari e archivisti) e, infine, a coloro che dell’Università sono gli utenti, ovvero gli studenti.
Plagio e creatività: un dialogo tra diritto e altri saperi. A cura di Roberto Caso [PDF] 
In un’epoca che si dice postmoderna e che è digitale occorre chiedersi se categorie e strumenti normativi, nati in Occidente molti secoli fa, per governare dinamiche della creatività e della produzione della conoscenza completamente differenti da quelle che attualmente attraversano il globo, debbano essere ripensati alle fondamenta. La tematica del plagio incrocia questa domanda di capitale importanza, ma attende di essere meglio indagata in un’ottica interdisciplinare, cioè nel
confronto tra diritto e saperi altri come la critica letteraria, la storia della musica, la storia della scienza, la storia dell’arte, l’economia, le scienze cognitive e l’informatica. Questo lavoro è già da tempo in corso fuori dei nostri italici confini. Il solco è tracciato. Tocca anche a noi intraprendere questa strada. Le pagine che seguono vorrebbero rappresentare un piccolo passo in questa direzione.
 
E-learning e sistema delle eccezioni al diritto d'autore. Simonetta Vezzoso [PDF] 
Se il materiale utilizzato ai fini dell’insegnamento è coperto da preesistente diritto d’autore, il suo impiego nell’ambito della didattica online implica una serie di utilizzi spettanti in via esclusiva al suo rispettivo titolare. La legittimità dell’attività didattica online dipende dunque dalla presenza, nella legislazione di diritto d’autore rilevante, di ambiti di contenimento delle pretese dei titolari dei diritti. Pur vantando l’eccezione a favore di utilizzi didattici una lunga tradizione nel sistema del diritto d’autore, la sua conservazione nell’ambito della società dell’informazione è tutt’altro che scontata. In particolare, la disciplina dell’insegnamento online è, allo stato, soggetta a tutta una serie di quesiti, incertezze e vincoli che ne ostacolano sensibilmente l’operatività e dunque lo sviluppo. La ricerca prende avvio da un’analisi del quadro internazionale di tutela della didattica online, profondamente rivisto alla fine del millennio scorso a seguito della conclusione dell’Accordo TRIPs (“Agreement on Trade Related Aspects of Intellectual Property Rights”) e dell’adozione dei Trattati dell’Organizzazione per la Protezione della Proprietà Intellettuale (OMPI). Si prosegue con l’analisi della Direttiva 2001/29 sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell'informazione e con una breve rassegna di alcune esperienze straniere in tema di disciplina dell’eccezione a favore dell’ E-Learning. La parte finale della ricerca è dedicata ad una riflessione sull’applicazione attuale della disciplina nazionale di diritto d’autore alla didattica online.
  
  Archivi aperti e comunicazione scientifica / Antonella De Robbio
Negli ultimi anni, i depositi istituzionali di preprint e di pubblicazioni scientifiche (Open Archive) sono diventati tra le esperienze di punta della biblioteca digitale, favorendo il coinvolgimento degli autori e delle diverse comunità scientifiche nella diffusione in rete e nell'accesso libero e condiviso ai risultati della ricerca. In questo volume vengono raccolti alcuni saggi, editi e inediti, che Antonella De Robbio ha dedicato al problema dell'informazione scientifica e alla risposta che ad esso ha dato il movimento per l'accesso aperto. La raccolta si propone un duplice obiettivo: da un lato, di colmare una lacuna nel panorama della carente bibliografia italiana sugli Archivi aperti; dall'altro, di fare il punto della situazione sulla delicata questione del movimento Open Access e della speranza nutrita dai suoi sostenitori che esso possa promuovere la diffusione democratica e tempestiva delle conoscenze scientifiche.
Software libero, pensiero libero: saggi scelti di Richard Stallman 
Software libero, pensiero libero: saggi scelti di Richard Stallman - A cura di Bernardo Parrella e Associazione Software Libero - Traduzioni di Bernardo Parrella e Gruppo traduttori italiani del progetto GNU. Titolo originale: Free Software, Free Society: The Selected Essays of Richard M. Stallman Copyright © 2002 Free Software Foundation, Inc. Free Software Foundation 59 Temple Place, Suite 330, Boston, MA 02111-1307, USA Email: gnu@gnu.org Web: http://www.gnu.org S
   
 Digital Rights Management: problemi teorici e prospettive applicative. Facoltà di Giurisprudenza di Trento [PDF] 
Questo volume raccoglie gli atti del convegno «Digital Rights Management - Problemi teorici e prospettive applicative» tenutosi il 21 ed il 22 marzo 2007 presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento. Esso costituisce una tappa dell’esplorazione che ha preso le mosse a Trento con un libro del 2004 Digital Rights Management - Il commercio delle informazioni digitali tra contratto e diritto d’autore. Oggi anche in Italia si è consapevoli che il Digital Rights Management (DRM) non è argomento di nicchia, ma tema fondamentale e trasversale del diritto dell’era digitale. Fondamentale perché rappresenta uno snodo decisivo delle questioni attinenti alla circolazione dell’informazione e della conoscenza. Trasversale perché taglia orizzontalmente vari settori giuridici (come la proprietà intellettuale, il contratto, la protezione dei dati personali e la tutela della concorrenza) e soprattutto perché chiama in causa il dialogo tra differenti saperi (come l’informatica, l’economia ed il diritto). Il DRM è espressione di un controllo rigido e accentrato dell’informazione teso a riprodurre nel contesto digitale la logica dell’esclusività, nucleo centrale del diritto d’autore. Chi è convinto che l’epoca della logica binaria non debba essere caratterizzata solo da questa forma di controllo dell’informazione dovrebbe trovare più di uno spunto di riflessione nelle discussioni trentine del marzo 2007. D’altra parte, alla diffusione di queste discussioni si è evidentemente applicato uno spirito diverso da quello che pervade (o ha finora pervaso) il DRM.
 The CopySouth dossier: issues in the economics, politics, and ideology of copyright in the global South. Alan Story,Colin Darch and Debora Halbert. [PDF] 
THE COPY/SOUTH DOSSIER: issues in the economics, politics, and Ricerche e pubblicazione a cura di The Copy/South Research Group, Maggio 2006. Sito web http://www.copysouth.org. Il dossier contiene più di 50 articoli sui molteplici aspetti del problema del copyright nel Sud del mondo, come l'accesso, la cultura, l'economia, le biblioteche, l'istruzione, i software, Internet, il dominio pubblico, etc.
 
 Copy(write): intelectual property in the writing classroom. Edited by Martine Courant Rife, Shaun Slattery, and Dànielle Nicole DeVoss. Copy edited by Daisy Levy. Designed by Jeremy Harder.
The editors of Copy(write): Intellectual Property in the Writing Classroom bring together stories, theories, and research that can further inform the ways in which we situate and address intellectual property issues in our writing classrooms. The essays in the collection identify and describe a wide range of pedagogical strategies, consider theories, present research, explore approaches, and offer both cautionary tales and local and contextual successes that can further inform the ways in which we situate and address intellectual property issues in our teaching
Azioni sul documento
Tag Cloud
Video
RSS FEED..SEGUICI

RSS FEED