Strumenti personali
Tu sei qui: Home Convegno Roberto Caso (Università di Trento). L'università rispetta il diritto d'autore? Il diritto d'autore rispetta l'università?

Roberto Caso (Università di Trento). L'università rispetta il diritto d'autore? Il diritto d'autore rispetta l'università?

 

logopiccoloita


La legge sul diritto d'autore tradizionalmente dedica poco spazio alla regolamentazione in ambito universitario. In altre parole, non esite una disciplina organica del diritto d'autore in campo accademico. Sono poche le norme di riferimento che riguardano essenzialmente: i limiti del diritto di esclusiva e la disciplina del pubblico dominio, la titolarità delle opere accademiche, le eccezioni e limitazioni per scopi di ricerca, insegnamento e funzionamento delle biblioteche. Nello scenario tradizionale l'esiguità della disciplina del diritto d'autore in campo universitario è lo specchio della limitata estensione del diritto di esclusiva. Molte delle questioni di controllo dell'informazione venivano lasciate alle norme informali della scienza. Oggi lo scenario è radicalmente mutato. La pervasività delle tecnologie digitali interseca il diritto d'autore e l'università in ambiti cruciali che vanno ben oltre le pubblicazioni scientifiche tradizionali per giungere fino al software e alle banche dati.

Tuttavia, il legislatore si mostra poco attento al bilanciamento tra controllo esclusivo e accesso pubblico così come alla necessità di disporre di quadro normativo chiaro. I grandi gruppi editoriali come i giganti dell'industria dell'intrattenimento, portatori di interessi legati in gran parte a vecchie logiche economiche, catturano il legislatore piegando la normativa statale ai propri interessi e proponendo come unica ricetta l'estensione continua del diritto di esclusiva. Si tratta di un paradosso. Più le tecnologie digitali moltiplicano il potere di sviluppo della conoscenza da parte dell'accademia, più l'università si trova imbrigliata in regole che comprimono i margini di libertà nell'accesso e nella rielaborazione dell'informazione. A regole legislative restrittive si aggiungono regole private che accrescono ulteriormente il controllo esclusivo di determinati soggetti (come i grandi gruppi dell'editoria scientifica): si pensi alle licenze proprietarie e al Digital Rights Management ovvero, alla massa di regole contrattuali e tecnologiche orientate al controllo rigido ed esclusivo dell'informazione.

Sul piano del lobbying e della comunicazione, mentre i grandi gruppi editoriali sono capaci di promuovere (anche presso il legislatore nazionale e internazionale) e pubblicizzare una visione omogenea (e restrittiva) del diritto d'autore, l'università, divisa al proprio interno da spinte che si muovono in direzioni diverse e contraddittorie, appare poco capace di offrire una propria prospettiva e di tradurla in policy coerenti. Anche questo costituisce un paradosso. Proprio nell'università sono ormai prevalenti movimenti critici - una nuova generazione di IP scholars - verso l'attuale assetto del diritto d'autore e della proprietà intellettuale. Ma questi movimenti hanno ancora un limitato impatto istituzionale. Ad esempio, il movimento dell'Open Access ai prodotti della ricerca fatica a trovare un'affermazione estesa e definitiva.

Così, mentre molte energie vengono spese nella discussione - pur importante e necessaria - del rispetto della legge sul diritto d'autore all'interno delle università, pochi sforzi vengono convogliati nella costruzione di una nuova cultura accademica del diritto d'autore e della proprietà intellettuale. Solo l'edificazione di questa nuova cultura, che va dall'insegnamento critico del diritto d'autore basato su metodologie innovative come quella di Law & Technology e volto alla formazione di una nuova leva di operatori della proprietà intellettuale nonché all'elaborazione di policy organiche complete e coerenti, può porre le basi per ripristinare il giusto bilanciamento tra controllo esclusivo e accesso pubblico all'informazione, rimettendo al centro dell'agenda politica il progresso della conoscenza e il ruolo fondamentale che l'università gioca a questo fine.

Azioni sul documento
Tag Cloud
Video
RSS FEED..SEGUICI

RSS FEED